Tu sei qui

Integrazione dei diversamente abili
L’Istituto si pone come una scuola che accoglie i minori diversamente abili supportando le diverse abilità di ognuno e offrendo a tutti gli iscritti gli strumenti adeguati per una crescita completa. L’utilizzo delle TIC è fondamentale per arricchire non solo il proprio curricolo, ma anche per interagire con la classe. I principi fondamentali sono:

  • integrazione scolastica e sociale
  • socializzazione
  • acquisizione dell’autonomia nella gestione di sé
  • sviluppo dell’area cognitiva secondo le possibilità di ciascuno
  • coordinamento e flessibilità nella gestione degli interventi

 

Gruppo di lavoro per gli alunni diversamente abili (GLH)
Il GLIS (Gruppo di Lavoro per l'integrazione scolastica) o Gruppo di lavoro per l'handicap di Istituto (GLHI), composto da "insegnanti, operatori dei servizi, familiari e studenti con il compito di collaborare alle iniziative educative e di integrazione predisposte dal Piano Educativo" (legge n. 104/92, art. 15, comma 2).

Lo scopo primario è quello di mirare alla finalità di perseguire unitariamente in favore di tutti gli alunni e, in particolare, di quelli diversamente abili, per l’attuazione dei precoci interventi atti a prevenire il disadattamento e l’emarginazione. Il gruppo è formato da:

Dirigente scolastico, docenti di sostegno, un rappresentante degli insegnanti curricolari, un rappresentante della ASL del territorio, un rappresentante dei genitori.

Si riunisce in media tre volte anno ed ha competenze di tipo organizzativo, progettuale e consultivo.

Competenze di tipo organizzativo:

  • gestione delle risorse personali (utilizzo delle compresenze fra docenti; pianificazione dei rapporti con gli operatori extrascolastici; reperimento di specialisti e consulenze esterne; ecc)
  • definizione delle modalità di passaggio e di accoglienza dei minori in situazione di handicap;
  • gestione e reperimento delle risorse materiali (sussidi, ausili tecnologici, biblioteche specializzate; ecc)

Competenze di tipo progettuale:

  • formulazione di progetti per la continuità fra ordini di scuola
  • progetti specifici per l’handicap, in relazione alle tipologie
  • progetti per l’aggiornamento del personale

Competenze di tipo consultivo:

  • assunzione di iniziative di collaborazione fra docenti
  • collaborazione per la redazione del PDF
  • collaborazione per l’elaborazione e la verifica del PEI

Questo documento è l'allegato n. 10 del POF e può essere scaricato qui insieme al Piano Annuale dell'Inclusività (PAI)